UNESCO FIRENZE “Quale illuminazione per le città storiche UNESCO”

UNESCO FIRENZE “Quale illuminazione per le città storiche UNESCO”

Il convegno di Firenze con il suo tema Quale illuminazione per le città storiche UNESCO sarà l’occasione per promuovere, con testimonianze e proposte, una riflessione ed un confronto per un corretto impiego della luce artificiale, in relazione alle caratteristiche dei centri storici e dei monumenti, anche a seguito della progressiva introduzione delle tecnologie a LED. L’impiego della luce come elemento di fruizione degli spazi e qualità della percezione in ambito urbano o paesaggistico potrà essere analizzato nel suo uso specifico e nelle varie finalità. È il legame della luce artificiale con l’ambiente nel suo insieme che deve essere infatti oggetto di approfondimento, per una corretta lettura e interpretazione di quello che si propone allo sguardo e di come si può intervenire per la sua percezione e per la sua tutela. La progettazione dell’illuminazione artificiale dei luoghi deve essere specifica e mirata alla loro funzione principale, ma soprattutto deve cogliere le aspettative del fruitore nel rispetto dell’oggetto da illuminare. La luce artificiale deve rispettare il luogo, integrarsi con esso, dando valore alle caratteristiche specifiche e all’influenza delle variazioni della luce e dell’oscurità sui luoghi stessi. Il convegno di Firenze cercherà di sottolineare questi elementi declinandoli in quattro specifici aspetti da approfondire: – La valorizzazione e l’esaltazione attraverso la luce della bellezza del luogo. – L’equilibrio della illuminazione e la sua integrazione con l’illuminazione diurna. – La valorizzazione attraverso la luce di angoli monumentali meno conosciuti. – L’applicazione delle nuove tecnologie (la programmazione e l’informatizzazione dell’illuminazione)