12 Settembre 2016

12 Settembre 2016

Conviviale molto ricca di avvenimenti e con insolita frequenza di amici Rotariani, segno evidente di stima per il nostro Presidente e per la scelta dell’argomento. Molto piacevole, come sempre, !Incontro pre conviviale, che, come al solito, ha dato ai Soci la possibilità di incontrare gli amici e scambiare opinioni, riflessioni, notizie con loro, cosa impossibile quando si è ormai a tavola. All’aperitivo abbiamo avuto modo di conoscere il nuovo socio Arnaud de Clauzade di cui abbiamo apprezzato non solo la perfetta conoscenza dell’Italiano, ma anche la sua simpatia. A cena, allestita fortunatamente nel tendone in giardino e non nella sala centrale della villa che potremmo solo definire “sorda e buia: abbiamo avuto modo di conoscere il percorso professionale del nuovo Socio, che è stato accolto con inusuale cordialità; è lecito sperare che tale manifestazione di amicizia si possa ritrovare anche nelle prossime riunioni. Ospite d’onore della serata il “Commissario Bordelli” e il suo mentore Marco Vichi. Molti di noi già conoscevano il Commissario, ma è stato piacevole incontrarlo nuovamente insieme allo scrittore Marco Vich presentati da Antonio Pagliai. Marco Vichi particolarmente rilassato e dimentico di una sua proverbiale scontrosità, ci ha condotto in un percorso di maggiore conoscenza di Bordelli. Marco Vichi è scrittore di grandi capacità, non è autore di “gialli» o di storie poliziesche, ma ci racconta un mondo, ricco di ricordi vivissimi, di sensazioni antiche, di albe livide e di tramonti quali solo noi Fiorentini siamo abituati a percepire. Nel racconto possono inserirsi indagini poliziesche, che servono solo di contorno alla storia principale che è storia di sentimenti, di sensazioni, di profumi e di suoni. Stimolante Iklea di Marco Vichi quando d dice che il romanzo è scritto per il lettore, ma anche con il lettore: l’autore propone un messaggio, ma è il lettore che lo rivive e lo elabora. Una conversazione memorabile è la sola sintesi possibile. Grazie per l’attenzione per lo Scriba che, ancora per questa volta, vi ha raccontato una serata indimenticabile.