26 Settembre 2016

26 Settembre 2016

Ultima conviviale di Settembre, come da tradizione, dedicata al bilancio ed a varie comunicazioni. Bilancio della scorsa gestione e bilancio preventivo, presentati dal Tesoriere, sono stati approvati dopo breve discussione, in un’atmosfera particolarmente pacata. Copia dei bilanci è a disposizione dei Soci, mentre il verbale dell’Assemblea verrà redatto dal Segretario. Abbiamo festeggiato il successo dell’equipaggio dei soci che a Marina Cala de’ Medici nel weekend del 24 e 25 settembre hanno partecipato alla IX edizione la Rotta del Vino e del101ion con la partecipazione del Rotary Club Rosignano che anche quest’anno è stata vinta dalla barca livilight del nostro socio Alessandro Cortopassi in qualità di armatore, alla quale hanno partecipato: Giovanni Masotti, Marco Sacconi, Marzio Cacciamani, Carlo Impallomeni Simonetta Peruzzi, Cesare Buonamici del Rotary Club Mugello ed Antonio Paganelli. La Rotta del Vino e dell’Olio è una competizione velica abbinata a un concorso enogastronomico, la particolarità di questa competizione consiste nel fatto che Chef stellati, abbinati a prestigiose cantine e rinomati frantoi, cucinano i loro piatti a bordo delle imbarcazioni mentre queste regatano. E’ stato ricordata la memoria dell’amico Franco Lazzi, per tanti anni nostro Socio. Il Presidente ha poi comunicato che il Premio di Laurea questanno sarà dedicato al nostro indimenticabile Past President Giuseppe Fantacci: Emanuela Masini ha illustrato il Bando di concorso e Giorgio Bompani ha tratteggiato, in un breve scritto consegnato ai Soci, la figura di Beppe, come imprenditore, come Rotariano e come amico. Il Presidente ha colto l’occasione per darci alcune informazioni sulle attività future. Conviviali come questa, riservata ai Soci, sono particolarmente importanti, perché danno modo di poter essere informati dettagliatamente dell’attività del Consiglio ed una volta ancora si comprende come l’essere presenti sia fondamentale per la partecipazione attiva alla vita del nostro Rotary.
a cura di Marco Ingiulla