3 Dicembre 2016

3 Dicembre 2016

Una intera giornata dedicata al Rotary quella di sabato 3 dicembre, iniziata con una visita guidata della Mostra allestita nel Nuovo Museo Pecci a Prato; abbiamo percorso !Itinerario della mostra guidati da tre esperte guide che ci hanno permesso di comprendere il valore delle opere esposte, non sempre di facile interpretazione, come spesso avviene per l’arte contemporanea. Alla visita hanno partecipato alcuni Rotariani del RC Bologna, con noi gemellato, con i quali abbiamo rinnovato il nostro rapporto di amicizia, come avviene annualmente. La riunione conviviale si è tenuta nel complesso delle Pavoniere sede del Golf Club Prato ed ha visto la partecipazione anche dei Soci del RC Prato che, come ha ricordato il Presidente Stefano Vaiani, ebbe, a suo tempo, il nostro Rotary come padrino. Secondo la tradizione collegata al gemellaggio dei nostri due Rotary (Firenze e Bologna) è stato conferita una onorificenza PI-I ad un personaggio indicato dal nostro Club. Presentata da Nicola Nicola Salvioli, la dott.sa Sara Morganti affetta da una grave forme di SLA fino dalla giovane età che ha saputo reagire con forza e determinazione, impegnandosi in una disciplina degli sport equestri (para dressage freestyle) e riportando successi importanti in campo agonistico, campionessa in carica dai mondiali di Caen del 2014, dieci volte campionessa italiana, quattro volte sul podio dei campionati europei, quarto posto anche alle Paraolimpiadi di Londra nel 2012. In un suo breve intervento ci ha narrato la sua esperienza di vita suscitando viva emozione nei presenti soprattutto per la serenità e la determinatezza con la quale ci ha reso partecipi della sua esperienza La giornata si è conclusa, nel pomeriggio, con la visita alla Galleria Open Art di Prato. Giornata, quindi, particolare, assai più di un semplice interclub ed ancora una volta occorre sottolineare come sia indispensabile partecipare alle nostre riunioni.
a cura di Marco Ingiulla